home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Morto il ragazzino stroncato a 10 anni da una emorragia cerebrale

Era di Riposto era stato ricoverato lo scorso 24 ottobre al Cannizzaro di Catania. Aveva avuto un malore mentre giocava a tennis

Enrico non ce l'ha fatta, è stato stroncato a 10 anni da una emorragia cerebrale

Il pronto soccorso del Cannizzaro di Catania

GIARRE - Il suo cuore ha continuato a battere per oltre due settimane nonostante la gravità delle sue condizioni. Ma ora ci ha lasciati il bambino giarrese di 10 anni che il 24 ottobre scorso, mentre giocava a tennis in una scuola privata di Riposto, è stato colpito da una emorragia cerebrale. Prima di raggiungere il Cannizzaro di Catania in elisoccorso il bambino era andato in arresto cardiaco per lunghi minuti ma era stato rianimato con successo.

Il piccolo che non aveva più ripreso conoscenza era stato ricoverato in Terapia intensiva, con prognosi riservata. I medici gli avevano diagnosticato, come detto, una grave emorragia cerebrale.

E purtroppo il danno cerebrale era davvero assai grave e le speranze sono finite stamane alle 8 quando i medici hanno constatato la morte. Il bambino è comunque rimasto in osservazione fino alle 14.30. La notizia della morte del piccolo ha suscitato a Giarre grande commozione. Questa mattina nella sua classe - frequentava la quinta elementare a Giarre - maestre e alunni, appresa la dolorosa notizia, hanno sospeso le lezioni, perché un piccolo angelo biondo era volato in cielo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Urologo

    07 Novembre 2018 - 21:09

    Chissà se sono state fatte delle consulenze da centri che hanno maggiore clinical competence.

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa