Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Lotta al fumo, il governo Musumeci approva ddl con misure rigorose

Di Giuseppe Anastasio

PALERMO - Ridurre il numero di fumatori attivi in Sicilia, tutelare i non fumatori, in particolare quelli sensibili, e incentivare il rispetto della vigente normativa nazionale con una serie di rigorose misure che coinvolgono i datori di lavoro, i comuni, le Asp e le scuole dell’isola. Sono gli obiettivi del disegno di legge «Interventi di lotta al tabagismo per la tutela della salute» approvato dal governo Musumeci su proposta dell’assessore alla Salute Ruggero Razza e già inviato all'Ars per essere esaminato prima dalla commissione Salute e poi dal Parlamento regionale.

Pubblicità

Il provvedimento adotta le linee guida in vigore a livello nazionale e internazionale anche se prevede alcune misure per una più rigorosa e puntuale osservanza anche in Sicilia. Prevista l’attivazione di percorsi gratuiti di assistenza socio-sanitaria presso i Centri antifumo delle strutture regionali, l’avvio di campagne di informazione e il rispetto del divieto nei luoghi pubblici e di lavoro.

«Con questo disegno di legge - evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeci - puntiamo a tutelare principalmente i soggetti più deboli, dai minori alle donne in gravidanza, con azioni di sensibilizzazione verso gli adulti a non fumare nelle aree aperte frequentate dai bambini, da giovani e dalle future mamme».

Misure più rigorose riguarderanno le scuole e gli esercizi di ristoro: per quanto riguarda le prime, oltre a prevenire tra i giovani l’inizio dell’abitudine al fumo, con azioni informative individuate dai dirigenti scolastici, previsto il divieto di fumo anche nelle aree antistanti e di pertinenza delle scuole, luoghi frequentati da minorenni.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA