Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Sea Watch, dopo lo sbarco le indagini: «Risultano irregolarità»

Di Redazione

CATANIA - Il capitano e l’equipaggio della Sea Watch sono stati sentiti per tutto il pomeriggio sulle operazioni di salvataggio dei 47 migranti sbarcati a Catania e sulla rotta seguita dalla squadra mobile e da militari della guardia di finanza a bordo della nave della Ong.

Pubblicità

Accertamenti amministrativi sono in corso da parte della Capitaneria di porto. Non sono previsti, al momento, interrogatori in Procura. E non risultano che ci siano indagati. Ma il il ministro dell'Interno Matteo Salvini - durante una intervista a Porta a porta - ha detto: «Non mi sostituisco ai magistrati ma mi risulta ci siano più elementi di irregolarità a carico di questa imbarcazione. Con il mare in tempesta era più vicina alla Tunisia che all’Italia ed è stata l’unica che è venuta in Italia, strano».

Tra l'altro sono stati in tanti ad adombrare il dubbio che il Viminale abbia ordinato alla barca di spostarsi da Siracusa a Catania perché la procura aretusea aveva  escluso reati da parte del comandante. Ma questa al momento è solo un'illazione che non ha trovato alcuna conferma. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA