Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

In coma dopo caduta in Inghilterra, raccolta fondi per il rientro a casa di una siciliana

Di Andrea Rifatto
Pubblicità

Da allora le sue condizioni sono rimaste gravi e non si è registrato alcun miglioramento. Adesso per Vera Rigano, 41 anni, originaria del borgo collinare di Forza d’Agrò (visto che i suoi genitori provengono entrambi dalla piccola frazione di Scifì, al centro della valle d’Agrò), è scattata una gara di solidarietà con l’avvio di una raccolta fondi per aiutare la famiglia, papà Pippo e mamma Maria Nunziata, a farla rientrare in Italia.

Un passaggio che si rende più che mai necessario, perché la struttura sanitaria inglese dove si trova ricoverata la donna non è più disposta ad assisterla e curarla. La somma servirà per garantire un volo sanitario a Vera e consentirle di poter proseguire le cure in patria.

Ieri a lanciare un appello per aiutare la famiglia Rigano sono stati il sindaco di Santa Teresa di Riva, Danilo Lo Giudice, e l’ex sindaco di Forza d’Agrò, Fabio Di Cara: «Bisogna dimostrare che siamo una famiglia oltre a un bellissimo paese» è il coro unanime dei cittadini della zona jonica.

Vera Rigano lavora in un’agenzia di assistenza a domicilio di Birmingham che offre servizi e assiste soggetti con disabilità, disturbi mentali, difficoltà di apprendimento e ha sempre operato con dedizione e attenzione verso i pazienti.

Adesso è lei ad avere bisogno di vicinanza e la famiglia si è affidata alla preghiera per far sì che la figlia possa uscire dallo stato in cui si trova: «Le lacrime sono finite non sappiamo più cosa fare, buon Dio salvala» ha scritto il padre della 41enne.

Chi volesse contribuire alla raccolta fondi può contattare i numeri telefonici 338-8098271 (Fabio Di Cara) o 333-3395216 (Gianpiero Smiroldo); inoltre, un punto raccolta è stato predisposto a Santa Teresa di Riva in via Regina Margherita 193, oppure è possibile effettuare un versamento sulla carta Postepay Evolution n. 5333171072728245 intestata a Rigano Giuseppe, codice fiscale RGNGPP49P01D733F. Una gara di solidarietà a cui tutta la Sicilia è chiamata a partecipare.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA