Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Siracusa, palazzine trasformate in centri di spaccio: blitz antidroga

Di Redazione

SIRACUSA - Intere palazzine erano state trasformate in veri e propri centri di spaccio a Siracusa dove dalle prime ore di questa mattina, nella zona alta della città, è in corso un blitz antidroga di Polizia di Stato di Siracusa e militari del Comando Provinciale Carabinieri. 

Pubblicità

L’operazione congiunta tra polizia e carabinieri nasce dal provvedimento della Procura della Repubblica di Siracusa, con il quale tra l'altro è stato disposto il sequestro di due cancelli in ferro e vetro antisfondamento abusivamente apposti all’ingresso di una palazzina sita in un’area fortemente interessata allo spaccio. Sono in corso numerose perquisizioni e sequestri di sostanze stupefacenti con l’ausilio di unità cinofile.

I cancelli erano stati posti  abusivamente all’ingresso delle palazzine Iacp di via Italia 103 e di via Immordini 12, nella periferia di Siracusa. Secondo carabinieri e polizia erano stati posizionati a difesa del «fortino» dove si svolgeva attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il provvedimento di sequestro preventivo d’urgenza è stato emesso dalla Procura di Siracusa. Impiegati nell’operazione 60 uomini, con circa 30 veicoli supportati dall’alto da un elicottero del 12 Elinucleo carabinieri di Catania, dai cinofili della questura etnea e del Nucleo carabinieri cinofili di Nicolosi, dai vigili del fuoco che hanno rimosso i due cancelli metallici di 3 metri per 3, per un peso di mille chili ciascuno.

Gli spacciatori per «eludere i controlli delle forze dell’ordine - spiegano Polizia e Carabinieri - ed evitare di essere arrestati, avevano realizzato le cancellate in ferro con vetri a specchio, in grado di garantire una rapida fuga nei vari appartamenti e per nascondere lo stupefacente», rendendo difficoltoso l’ingresso anche ai residenti. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA