Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Messina, ecco perché il sindaco s'è vestito come i rapinatori della serie tv «La casa di carta»

Di Redazione

MESSINA - «Era solo un gioco», il sindaco di Messina Cateno De Luca ha svelato oggi, in diretta a «I fatti vostri», la trasmissione di Raidue condotta da Giancarlo Magalli, il suo travestimento due giorni, in tuta rossa e con la maschera di Salvador Dalì, come i protagonisti della serie tv spagnola «La Casa di Carta» durante il controllo di un cantiere nella villa pubblica Quasimodo.

Pubblicità

«L'ho fatto - ha spiegato il sindaco - per la la promozione dell’immagine della città di Messina e un gesto di cortesia nei confronti di quattro giovani musicisti messinesi che hanno girato un video in costume vestiti come i protagonisti della serie tv spagnola per attirare l’attenzione».

De Luca ha prestato il suo volto al video musicale, dal titolo «Messina Hora cero» (Messina ora zero) realizzato dal gruppo "Lucky Strike Quartet» secondo lo stile della famosa serie tv. Il sindaco poi aveva fatto un post su facebook mentre ancora travestito controllava il cantiere di villa Quasimodo.

Ma il travestimento del sindaco aveva scatenato le critiche dei suoi avversari politici che lo avevano inviato a una maggiore serietà nell'affrontare i problemi della città: ma loro non sapevano che si era mascherato per girare il video musicale e solo dopo era andato a controllare il cantiere. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA