Notizie locali
Pubblicità
Sciacca si ferma per i funerali di Salvatore, il Carnevale forse dal 28

Cronaca

Sciacca si ferma per i funerali di Salvatore, il Carnevale forse dal 28

Di Giuseppe Recca

SCIACCA. Saranno celebrati oggi alle ore 16.30 nella chiesa di San Michele i funerali del piccolo Salvatore Sclafani, morto la sera di venerdi scontro cadendo da un carro allegorico che stava partecipando alle sfilate della giornata inaugurale del Carnevale. Il sindaco di Sciacca Francesca Valenti ha proclamato il lutto cittadino per oggi. Il sindaco Valenti ha già disposto l’esposizione delle bandiere a mezz'asta nel Palazzo Municipale invitando gli altri uffici pubblici a fare lo stesso.

Pubblicità

Nell’ora del funerale, fissato per le ore 16 nella chiesa di San Michele, gli esercizi commerciali sono invitati a sospendere ogni attività abbassando le saracinesche e a osservare un minuto di raccoglimento in tutti i luoghi di lavoro. 

La tragedia, oltre al dolore di un'intera comunità, ha determinato la sospensione di tutte le manifestazioni.

Inizialmente erano state annullate dagli organizzatori le sfilate della giornata di sabato, poi un ulteriore provvedimento della Questura ha imposto la completa sospensione della festa e di tutte le iniziative collaterali ad essa collegate. Nella giornata di ieri, dopo una serie di ulteriori riunioni e in seguito alle proteste di commercianti a posto fisso e ambulanti che hanno parlato con gli organizzatori, la società organizzatrice e il Comune di Sciacca hanno avanzato richiesta alla Questura di potere riproporre le sfilate nel prossimo fine settimana.

“Abbiamo preso atto della decisione del Questore di sospendere la manifestazione fino alla sua naturale conclusione prevista per la giornata di martedì 25 febbraio – afferma la Futuris, società alla quale il Comune con procedura di appalto aveva affidato due anni di gestione della manifestazione – ed è doveroso informare che ogni aspetto della nostra organizzazione aveva tutte le autorizzazioni di sicurezza necessarie dagli organi preposti. Ai sensi di quanto previsto dal contratto di affidamento – aggiungono – abbiamo adesso l’obbligo, previo accordo con l’amministrazione, di rinviare la manifestazione alla prima data utile compatibilmente con lo svolgimento di altre manifestazioni. Ci siamo già attivati, di concerto con l’amministrazione, per un rinvio ai giorni venerdì 28, sabato 29 febbraio e domenica 1 marzo 2020 previo nulla osta delle autorità competenti”.
Si apre dunque uno spiraglio, ma tocca alle superiori autorità che si occupano di ordine pubblico e sicurezza autorizzare lo spostamento delle sfilate dei carri allegorici.

Intanto prosegue l'attività d'indagine della locale Procura che ha sottoposto a sequestro il carro allegorico dell'associazione “E ora li femmi tu” da dove è caduto il piccolo Salvatore.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA