Notizie locali
Pubblicità
Metropolitana di Catania, 5 proposte per l’appalto “Stesicoro-Aeroporto”

Cronaca

Metropolitana di Catania, 5 proposte per l'appalto “Stesicoro-Aeroporto”

Di Cesare La Marca
Pubblicità

L’iter procede, dunque - mentre si attendono gli sviluppi dell’inchiesta avviata dalla Procura dopo il crollo della palazzina di via Castromarino - e il completamento della tratta di metro dal centro storico a Fontanarossa resta prioritario nella programmazione della Fce, da dove si auspica una ripresa dei lavori «solo in condizioni di massima sicurezza», evidentemente dopo l’eventuale dissequestro del cantiere.

Al di là di questo, il passaggio in questione è rilevante, nell’iter che dovrà portare, secondo le previsioni della Fce entro l’anno, all’aggiudicazione dell’appalto integrato da poco meno di 400 milioni per la progettazione esecutiva e realizzazione dei lavori dell’intera tratta “Stesicoro-Aeroporto”, di cui la costruenda galleria “Palestro-Stesicoro”, attualmente sotto sequestro dopo il crollo dello scorso 20 gennaio, è un segmento.

Nella seduta dello scorso tre febbraio, scegliendo per sorteggio fra tre terne di nomi fornite dai rispettivi enti di appartenenza, sono stati designati i tre componenti della commissione. Il presidente è il dott. Gianni Castiglione, della Direzione generale per i sistemi di Trasporto e il Trasporto pubblico locale, mentre i due componenti sono l’ingegnere Giuseppe Palermo, della Direzione generale per il Trasporto e le Infrastrutture ferroviarie, e il professore Gaetano Fusco, docente associato dell’Università “La Sapienza” di Roma ed esperto del settore trasporti.

La commissione dovrà valutare le proposte tecniche ed economiche di cinque gruppi d’imprese, l’Ati Research Consorzio stabile società consortile (mandataria), l’Ati Salc Spa (mandataria); l’Ati Salcef Spa (mandataria); Consorzio Stabile Sis Società Consortile per Azioni, e Ati Consorzio stabile Medil (mandataria). Una tra queste associazioni temporanee d’imprese, dunque, effettuerà la progettazione esecutiva e i lavori che collegherano la stazione “Stesicoro” a Fontanarossa.

«Il nostro obiettivo è quello di completare l’iter della gara entro l’anno e avviare i cantieri entro il primo trimestre del 2021 - conferma il direttore generale della Ferrovia Circumetnea Salvatore Fiore - così da ultimare l’infrastruttura come da programma entro il 2025. Ci auguriamo che i lavori della galleria “Palestro-Stesicoro” possano proseguire nel più breve tempo possibile in condizioni di assoluta sicurezza per la pubblica incolumità». Per quanto riguarda la stazione di Cibali, l’unica ancora inattiva della tratta “Borgo-Nesima”, previsioni difficili per nodi amministrativi più che tecnici dopo il subentro di un nuovo gruppo a Tecnis, mentre più fondate sono le speranze di vedere in funzione le stazioni “Monte Po” e “Fontana” tra fine anno e la prima fase del 2021, altra tappa cruciale nel percorso a ostacoli della metro.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA