Notizie locali
Pubblicità
Migranti, la sfida della Sea Watch:«Ci stiamo dirigendo a Lampedusa»

Cronaca

Migranti, la Sea Watch è a Messina: braccio di ferro sulla quarantena

Di Redazione

MESSINA - La nave Sea Watch 3 con a bordo 194 migranti è arrivata nel porto di Messina. Sul molo Norimberga c'è personale delle forze dell’ordine, dell’Asp e del Comune. Attuate le procedure di contenimento: accertamenti saranno effettuati sull'imbarcazione per verificare l’eventuale presenza di persone con la febbre che saranno isolate e messe in quarantena nella caserma Gasparro di Biscontea per 14 giorni per sospetto coronavirus.

Pubblicità

Il presidente della Regione Nello Musumeci in una lettera al premier Conte ieri si era detto contrario allo sbarco affermando che nella caserma Gasparro Bisconte di Messina «sono emerse rilevanti criticità sotto il profilo igienico-sanitario, in merito all’accoglienza di nuovi migranti». Dello stesso parere il presidente nazionale di Consumatori Associati Ernesto Fiorillo che aveva «invitato le Autorità ad evitare che ulteriori quote di migranti sbarchino a Messina poiché non è in grado di affrontare l’accoglienza in un periodo di conclamato contagio per il Coronavirus». 

La decisione della quarantena non piace invece alla ong che ha affermato di ritenere «discriminatoria l’applicazione esclusiva della misura a navi ONG». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA