Notizie locali
Prima domenica senza messe, ma a Nunziata di Mascali il parroco trova il modo di parlare ai fedeli

Cronaca

Prima domenica senza messe, ma a Nunziata di Mascali il parroco trova il modo di parlare ai fedeli

Di Redazione

NUNZIATA (MASCALI) - Prima domenica senza messe in Italia con la presenza di fedeli. Ma nel Catanese c'è un parroco all'avanguardia, Don Carmelo Di Costa. Non può celebrare messa, come tutti gli altri preti di piccole o grandi comunità. Ma usa i mezzi che ha per fare sentire la sua presenza ai fedeli, ai residenti. Siamo a Nunziata, borgo collinare sopra Mascali. Un migliaio, qualcosa in più, di abitanti: un paio di aziende, molto verde, un silenzio costante interrotto dal transito di poche auto. Oggi Nunziata, come tutto il Paese, è un deserto.

Pubblicità

Don Carmelo non può celebrare messa, ma comunica con la comunità. Ieri ha diffuso dagli altoparlanti piazzati sul campanile della chiesa, la musica di Franco Battiato: «Questo secolo oramai alla fine, Saturo di parassiti senza dignità, Mi spinge solo ad essere migliore. Con più volontà». Il testo è noto: “E ti vengo a cercare”, omaggio all'artista ripostese che oggi vive a Milo. Battiato nel 1988 fece balzare il paesino sulle passerelle nazionali citandolo nel testo della canzone “Veni l'autunnu”. In un passaggio del testo canta: «Sparunu i bummi supra a Nunziata, 'N cielu fochi di culuri, 'N terra aria bruciata, E tutti appressu o santu, 'Nda vanedda, Sicilia bedda mia, Sicilia bedda».

Oggi, nei giorni di silenzi e di riflessioni, il gesto di don Carmelo sta facendo il giro del mondo via web. Ieri, don Carmelo ha diffuso le note de “La Cura”. Oggi dopo aver celebrato messa in streaming ha proposto “O sole mio”: «E' una bella giornata di sole, magari con un po' di musica allegra il magone per un attimo passerà» ci ha dichiarato.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA