Notizie locali
Pubblicità
Bomba d'acqua su Palermo, l'auto intrappolata nel sottopasso è vuota

Cronaca

Orlando accusa: «Protezione civile inefficiente»

Di Redazione

«La bomba d’acqua è arrivata senza che vi fosse un’allerta della Protezione civile regionale, anzi alle 16.25 la Protezione civile comunicava il codice verde in miglioramento».

Pubblicità

Lo ha detto, a palazzo delle Aquile, durante una conferenza stampa, stamattina, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, all’indomani del nubifragio che si è abbattuto sul capoluogo siciliano creando pesanti disagi nel capoluogo siciliano con numerosi automobilisti coinvolti e bloccati nel fiume d’acqua.

«L'allarme ce lo siamo dati da soli - ha sottolineato Orlando - la verità è che il sistema di protezione civile regionale rispetto a fatti come questo non è stato affidabile, l’Amap è intervenuta con due idrovore, altre due dei vigili del fuoco, uno della città metropolitana, mentre la protezione civile regionale ha fatto arrivare un mezzo da Sciacca e mi risulta che un altro mezzo sia arrivato da Licata, con una richiesta al sindaco».

Poi Orlando ha annunciato che ha dato disposizione all’Amap di installare il sistema early warning, un dispositivo che fa scattare l’allarme nei luoghi più a rischio, non appena cade una certa quantità d’acqua. «E' un sistema di segnalazione che fa scattare un blocco in automatico con l’allerta dei semafori, «così compenseremo le inefficienze della protezione civile regionale».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA