Notizie locali
Pubblicità
Antoci fu vittima di una messa in scena, così l'Antimafia ha “smontato” l'attentato

Cronaca

Attentato Antoci, archiviata inchiesta bis: bocciata tesi dell'Antimafia

Di Redazione

MESSINA - Il gip di Messina ha archiviato l'inchiesta bis sull'attentato all’ex presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, nata dopo che la commissione regionale antimafia aveva chiesto s'indagasse ancora facendo «tre ipotesi», tra cui una che ipotizzava una «messinscena».

Pubblicità

Il gip accogliendo la richiesta del sostituto della Dda Fabrizio Monaco, bolla le tesi dell’organo regionale come «pure elucubrazioni mentali non corroborate da alcun dato probatorio"; e afferma poi che «la conclusione raggiunta dalla Commissione (ossia che l’ipotesi dell’attentato mafioso sia la meno plausibile) appare preconcetta e comunque non supportata» da prove.

Nel concludere il decreto di archiviazione, il gip scrive ancora come «le contestazioni mosse dalla Commissione non abbiano fornito utili o nuovi spunti investigativi, limitandosi ad introdurre la suggestione che non si sia trattato di un attentato quantomeno con modalità mafiose, o addirittura che l'attentato fosse una messinscena», ... la maggior parte delle criticità sollevate dalla Commissione hanno trovato una giustificazione ragionevole e comunque sostenibile». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA