Notizie locali
Pubblicità
Estorsione, "Nuccio u cannaleri" del clan Laudani torna in carcere

Cronaca

Riposto, anziana madre in fuga dal figlio tossicodipendente

Di Mario Previtera

Costretta a fuggire di casa per paura del figlio tossicodipendente. Incubo senza fine per una 85enne di Riposto. I Carabinieri della locale Stazione hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto nei confronti di un 48enne del posto, poiché ritenuto responsabile di tentata estorsione e maltrattamenti in famiglia, reati commessi nei confronti dell’anziana madre.

Pubblicità

I militari sono dovuti intervenire nell’abitazione dei parenti in quanto la vittima, per aver negato al figlio del denaro utile all’acquisto di droga (l’uomo è tossicodipendente), era stata minacciata «brucio a te con tutta la casa!» e costretta a scappare via dall’abitazione.

Confortata dai carabinieri, la donna ha trovato il coraggio di denunciare quanto patito negli anni per mano del figlio che l’aveva assiduamente tormentata per l’elargizione di denaro - peraltro la signora percepisce solo la pensione sociale – agendo, il più delle volte, sotto l’effetto delle sostanze stupefacenti assunte.

L’anziana era costantemente vittima degli squilibri psicofisici del figlio sfogati attraverso aggressioni e il danneggiamento delle suppellettili, come peraltro confermato dai parenti della povera pensionata.
I militari, acquisiti gli elementi probatori, di concerto con uno dei magistrati del pool qualificato sui reati che riguardano la violenza di genere, hanno rintracciato il maltrattante che è stato posto in stato di fermo e condotto nel carcere di Catania Piazza Lanza. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: