Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Lampedusa, affonda un peschereccio: morto un marinaio

Di Elio Desiderio

Lampedusa (Agrigento) - E' successo tutto molto in fretta questa mattina a bordo del piccolo peschereccio Valeria terza. Tre i pescatori intenti a lavorare. Giovanni Bono 57 anni, il proprietario della barca Giacomo Martorana e Salvatore Palmisano due marinai. A un certo punto, stando al racconto del figlio di uno dei sopravvissuti, è entrata acqua nel vano motore. La piccola barchetta è colata a picco nel mare di Lampedusa in pochissimo tempo. Giovanni Bono ha sbattuto la testa da qualche parte e solo grazie alla forza di Salvatore Palmisano che lo ha letteralmente preso e portato all'esterno. Il corpo di Giovanni Bono è stato portato nella sala mortuaria del locale cimitero i due sopravvissuti sono stati portati al locale poliambulatorio. Giacomo Martorana è stato dimesso subito mentre Salvatore Palmisano è ancora sotto osservazione per un forte dolore al petto. La notizia ha sconvolto l'intera collettività e in tanti si recano al poliambulatorio per sapere delle condizioni dei due sopravvissuti.

Pubblicità

Il sindaco di Lampedusa Totò Martello ha dichiarato il lutto cittadino per la morte del pescatore. Bono era sposato e aveva due figlie. 

E il governo della Regione Siciliana, con l'assessore regionale per la Pesca, Edy Bandiera, ha espresso profondo cordoglio per la scomparsa di Giovanni Bono. "Vicinanza e rispettosa partecipazione al dolore della famiglia colpita dal tragico evento". E’ questo il sentimento di Edy Bandiera che ha voluto esprimere vicinanza alla famiglia duramente colpita e a tutta la marineria siciliana che registra un’altra vittima del mare. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA