Notizie locali
Pubblicità
La famiglia di Viviana non ci sta: «Non ha ucciso Gioele e non si è suicidata»

Cronaca

Viviana e Gioele, due consulenti per ricostruire l'incidente in galleria

Di Redazione

MESSINA Vertice in Procura a Patti, nel messinese, nell’ambito delle indagini sulla morte di Viviana Parisi, la dj di origini torinesi, di 43 anni, e del figlio Gioele, di 4 anni, trovati morti nei boschi di Caronia. Un nuovo sopralluogo sarà condotto nella zona in cui sono stati ritrovati il corpo della donna ed i resti del bambino. La Procura, la scorsa settimana, ha conferito l’incarico a due consulenti di ricostruire la dinamica dell’incidente che ha coinvolto l’auto su cui viaggiavano la dj ed il piccolo, poi trovati morti. I periti dovranno recarsi nella galleria autostradale in cui avvenne il sinistro. Insieme a loro anche i consulenti della famiglia Mondello. La perizia riguarderà anche gli automezzi sequestrati.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: