Notizie locali
Pubblicità
A sei mesi morto in un naufragio, la salma del piccolo Joseph a Lampedusa

Cronaca

A sei mesi morto in un naufragio, la salma del piccolo Joseph a Lampedusa

Di Redazione

La salma di Joseph, il neonato di 6 mesi, originario della Guinea, rimasto vittima del naufragio che s'è verificato ieri in acque libiche, è stata portata a Lampedusa e si trova, adesso, all’obitorio dell’isola.

Pubblicità

Durante la notte, un mezzo aereo della Guardia costiera ha effettuato un’evacuazione medica urgente per due donne, una delle quali in gravidanza, e per il neonato già morto. I tre si trovavano a bordo della nave della Ong Open Arms e sono stati portati a Lampedusa. Altri tre migranti del gruppo di naufraghi salvati dalla stessa Ong che avevano urgente bisogno di ricovero, dopo uno scalo tecnico dell’aereo che ha dovuto effettuare rifornimento di carburante, sono stati trasferiti a Malta. 

Nel frattempo un abarcone, con a bordo 86 migranti, è stato intercettato e bloccato dalle motovedette della Capitaneria di porto e della Guardia di finanza nelle acque antistanti a Lampedusa. Una seconda imbarcazione, con circa 70 persone di varia nazionalità a bordo, è riuscita invece ad arrivare direttamente a Cala Madonna. Sono già due gli sbarchi, nel giro di un paio d’ore, che si sono registrati a Lampedusa. Ieri c'erano stati, durante tutta la giornata, 4 approdi con un totale di 193 persone. L’hotspot, nonostante gli sforzi per alleggerire le presenze con trasferimenti sulle navi quarantena e con traghetto di linea o motovedette, resta inevitabilmente sovraffollato: oltre 700 gli ospiti. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: