Notizie locali
Pubblicità
Precari Sicilia, la Corte Costituzione dà l'ok alla stabilizzazione

Cronaca

Precari Sicilia, la Corte Costituzionale dà l'ok alla stabilizzazione

Di Redazione

Via libera da parte della Corte Costituzionale al percorso di stabilizzazione dei precari nella pubblica amministrazione in Sicilia, una platea di circa 10 mila persone, tra Asu ed ex lsu. Con la sentenza 279/2020 depositata lo scorso 23 dicembre, la Consulta ha dichiarato inammissibili le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 3, comma 3, della legge regionale del 6 agosto 2019, n.15 (collegato alla legge di stabilità regionale per l’anno 2019 in materia di autonomie locali), promosse dal Presidente del Consiglio dei ministri. La sentenza fa cadere, di fatto, il blocco alle stabilizzazioni scattato all’indomani della decisione del Cdm di impugnare la norma regionale. La Regione, dunque, può procedere con le stabilizzazioni. 

Pubblicità

«Era ora. Con il via libera da parte della Corte Costituzionale che ha dichiarato inammissibili le osservazioni promosse dal Presidente del Consiglio che aveva impugnato la norma regionale sulla stabilizzazione, rendiamo giustizia a quei precari che per decenni sono stati impiegati nelle amministrazioni». Lo dice Vincenzo Figuccia, deputato regionale all’Ars e coordinatore provinciale della Lega-Sicilia a Palermo. "In particolare, migliaia di ex lsu e Asu in forza presso glie enti utilizzatori, potranno essere finalmente stabilizzati come previsto dalla legge regionale che abbiamo varato lo scorso annoEr- aggiunge - eravamo consapevoli che la giurisprudenza sarebbe andata in questa direzione, adesso chiediamo con forza che la legge pienamente in vigore, produca i suoi effetti».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA