Notizie locali
Catania, a spasso senza mascherina: multati dalla GdF

Cronaca

Catania, a spasso senza mascherina: multati dalla GdF

Di Redazione

Dieci persone sono state sanzionate a Catania e provincia durante la scorsa settimana dalla Guardia di finanza per inosservanza delle norme anti Covid-19 come il mancato uso della mascherina, il divieto di uscire dal proprio comune di residenza senza valide giustificazioni o nelle ore notturne. In totale controllate 94 persone, 65 veicoli e 10 esercizi commerciali.

Pubblicità

In particolare, le pattuglie hanno controllato i principali snodi stradali della provincia per intercettare eventuali spostamenti di persone verso i comuni limitrofi e soprattutto gli spostamenti non autorizzati dalle 22 alle 5. In diverse circostanze le persone si spostavano senza comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o di urgenza ovvero per motivi di salute o per fare rientro presso il proprio domicilio o residenza, violando il Dpcm del 14 gennaio.

Sanzioni per circa 24.800 euro per il mancato rispetto delle norme di contenimento della pandemia e di quelle a tutela dei consumatori e della libera concorrenza sono state elevate a Catania nel weekend appena trascorso dalla polizia municipale. I controlli sono stati effettuati a 156 attività commerciali. Tra questi i titolari di due pub multati venerdì scorso per 400 euro perché non indossavano il dispositivo di protezione individuale. Le attività sono state chiuse in via provvisoria per cinque giorni perché non rispettavano il divieto di somministrazione oltre le ore 18. Sempre venerdì, in piazza della Repubblica è stato sanzionato per 533 euro un automobilista che è stato trovato fuori dal Comune di residenza senza che vi fosse un motivo consentito dalla legge. In piazza Boinadies e viale Ulisse sono stati multati due ambulanti di prodotti ortofrutticoli senza autorizzazione alla vendita e all’occupazione di suolo pubblico. Sono state elevate sanzioni per un totale di 7.158 euro, con sequestro di tutta la merce, che è stata devoluta a enti benefici. Domenica scorsa, scattata la zona rossa, sono stati chiusi per cinque giorni due esercizi commerciali, un pub che è stato trovato aperto oltre le 18 (il cui titolare non indossava la mascherina protettiva) e un negozio di via Garibaldi. In piazzale Sanzio e in via Vittorio Emanuele Orlando sono stati sanzionati altri quattro operatori ambulanti di prodotti ortofrutticoli, ad ognuno dei quali sono state elevate sanzioni per 3.579 euro con sequestro di tutta la merce esposta, che è stata devoluta in beneficenza. I venditori sono stati sanzionati anche ai sensi della normativa sul Covid-19 con multe per un ammontare di 1.200 euro.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA