Notizie locali
Pubblicità
Infrastrutture: in Sicilia arrivano i commissari per accelerare i lavori

Cronaca

Infrastrutture: in Sicilia arrivano i commissari per accelerare i lavori

Di Redazione

PALERMO - In Sicilia si punta al ripristino del collegamento ferroviario Palermo-Trapani, alla realizzazione di un collegamento ferroviario veloce con le tre aree metropolitane di Palermo-Catania-Messina, alla Ragusa-Catania ma anche il collegamento viario tra lo svincolo della SS 514 «di Chiaramonte», con la SS 115 e lo Svincolo della SS 194 «Ragusana»; l’adeguamento a quattro corsie della SS 640 «Strada degli Scrittori».

Pubblicità

Sono le opere infrastrutturali necessarie e fondamentali per il rilancio del territorio e dell’economia siciliana che saranno affidate ai commissari straordinari nominati ieri con un decreto del presidente del consiglio dei ministri (Dpcm).

Con la nomina dei commissari del cosiddetto decreto «Sblocca cantieri», si entra così in una fase di accelerazione dei progetti e dei lavori in tutta Italia: 59 opere strategiche per un valore complessivo di oltre 60 miliardi.

Per la Ragusa-Catania, è stato individuato, con decreto del presidente del Consiglio Conte, in Raffaele Celia, responsabile nuove opere dell’area Centro di Anas, il possibile commissario che dovrà prendere in carico la realizzazione del progetto, atteso con ansia da grandi aree dell’area orientale della Sicilia.

«L'individuazione di una serie di opere strategiche con la conseguente nomina di commissari straordinari è stato un iter complesso e impegnativo - afferma il viceministro delle Infrastrutture e dei trasporti Giancarlo Cancelleri -. Ciò darà una forte spinta al settore delle infrastrutture e creerà sviluppo economico e posti di lavoro».

Il lungo elenco comprende 15 opere stradali, 16 opere ferroviarie, 12 interventi per infrastrutture idriche, 1 intervento per il trasporto rapido di massa, 3 opere per i porti e 12 interventi di edilizia statale. «Adesso- conclude Cancelleri - le commissioni parlamentari competenti esprimeranno un parere sul documento ricevuto e a seguire saremo ben contenti di annunciare al Paese un altro grande passo avanti nel percorso di semplificazione che questo Governo si è posto come priorità, soprattutto in ambito infrastrutturale».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA