Notizie locali
Pubblicità
La Ocean Viking sbarca ad Augusta 373 migranti, protesta la Lega

Cronaca

La Ocean Viking sbarca ad Augusta 373 migranti, protesta la Lega

Di Redazione

AUGUSTA - E’ in rada nel porto di Augusta la nave Ocean Viking, di Sos Mediterranee, dove si trovano 373 migranti salvati in diverse operazione nel canale di Sicilia. L'attracco avverà verso le 11.30. «Dopo giorni di maltempo, all’inizio della settimana scorsa le condizioni al largo della costa libica sono migliorate, il che ha portato a numerose partenze di persone che cercano di attraversare il Mediterraneo centrale su imbarcazioni inaffidabili e sovraffollate. Ci sono stati segnalati naufragi e respingimenti illegali da parte della guardia costiera libica, mentre la squadra della Ocean Viking, l’unica nave di soccorso civile in mare nell’ultima settimana, era impegnata in intense attività di ricerca e soccorso», dice Luisa Albera, coordinatrice dei soccorsi a bordo della Ocean Viking.

Pubblicità

«Dai sopravvissuti abbiamo sentito i racconti raccapriccianti del trattamento disumano che hanno dovuto subire in Libia - aggiunge - Gli ultimi due giorni sono stati estremamente duri per i 373 naufraghi, poiché le condizioni meteorologiche sono peggiorate rapidamente. Sapendo di avere a bordo numerosi neonati e bambini piccoli, che hanno sofferto particolarmente il mal di mare, abbiamo temuto un altro lungo stallo, come già sperimentato in passato».

La Ocean Viking ha soccorso - in meno di 48 ore - 4 gommoni con 374 persone in pericolo in 3 diverse operazioni di soccorso nella regione libica di ricerca e soccorso. Tra i sopravvissuti ci sono 165 minori. Quasi l’80% di loro non è accompagnato. Sono 21 i neonati e icbambini piccoli di meno di 4 anni. Delle 48 donne soccorse, quattro sono incinte e 32 viaggiavano da sole. Una di loro, Nadine, è stata evacuata d’urgenza dalla guardia costiera italiana: era nelle ultime fasi di una gravidanza ad alto rischio e aveva bisogno di cure mediche urgenti a terra. Una nave della guardia costiera italiana ha prontamente eseguito l'evacuazione a Lampedusa sabato pomeriggio.

Nonostante la drammaticità dei racconti dei naufraghi, lo sbarco manda su tutte le furie gli esponenti della Lega in Sicilia. 
«Mentre la Sicilia continua a permanere in zona rossa, con un’economia ormai al tracollo- ha detto l capogruppo della Lega al Consiglio comunale di Palermo e responsabile regionale dei Dipartimenti del Carroccio, Igor Gelarda - il Governo nazionale permette l’attracco di un’altra nave di migranti nell’isola".

«Dal Governo nazionale, evidentemente non curante della nostra salute - sottolinea il leghista -, i siciliani si sarebbero aspettati ristori, detassazioni e defiscalizzazioni, in una parola sostegni seri e immediati da parte del Governo Conte, che non sono ancora arrivati. Rossa per i siciliani, resta bianca, invece, per i migranti che potranno, con l’ennesimo provvedimento vergognoso, attraccare qui in Sicilia. Sicilia che sicura non è più neanche per i siciliani, costretti a emigrare sempre più in massa. Questo Governo di incapaci, con queste scelte assurde, rischia di uccidere definitivamente la fragile economia siciliana», conclude Gelarda.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA