Notizie locali
Pubblicità
Caccamo, la mamma di Roberta: «Voglio giustizia per mia figlia»

Cronaca

Caccamo, la mamma di Roberta: «Voglio giustizia per mia figlia»

Di Redazione

CACCAMO - «Giustizia per la mia Roberta, voglio giustizia. Non si può morire così a 17 anni...». La mamma di Roberta Siragusa, la ragazza di 17 anni trovata morta in un burrone a Caccamo (Palermo), piange a dirotto. Seduta sul divano della sua abitazione a Caccamo non riesce a parlare. Singhiozza, non riesce a fermarsi. Accanto a lei ci sono alcuni parenti e amici. Il corpo della ragazza è al Policlinico di Palermo dove domani o mercoledì verrà fatta l’autopsia.

Pubblicità

Intanto è ancora in caserma il fidanzato della giovane, Pietro Morreale di 19 anni in attesa di essere trasferito in carcere dopo il provvedimento di fermo per omicidio Volontario e occultamento di cadavere.

Da ieri sera tra l'altro girano a Caccamo degli audio di whatsapp di amici della coppia. In uno si sente: «Si sapeva che avrebbe fatto questa fine» e in altri che lui la maltrattava. I messaggi girano da telefono a telefono. «Non doveva stare con uno come lui», si sente in un altro messaggio.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA