Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Mafia, resta in carcere l'avvocata che organizzava summit tra i boss

Di Redazione

AGRIGENTO - I giudici del tribunale del riesame di Palermo hanno confermato l’ordinanza cautelare in carcere emessa nei confronti dell’avvocato Angela Porcello, fermata il 2 febbraio dal Ros nell’ambito dell’inchiesta antimafia «Xydi» che ha confermato la leadership di Matteo Messina Denaro in Sicilia e delineato il ruolo del legale di «consigliori» e cassiera del mandamento di Canicattì (Ag) di cui il suo ex compagno Giancarlo Buggea sarebbe stato il punto di riferimento.

Pubblicità

La professionista, cancellata dall’ordine degli avvocati dopo l'operazione, avrebbe organizzato summit fra mafiosi nel suo studio articolando, insieme all’ex compagno Giancarlo Buggea, imprenditore già in passato condannato per mafia, strategie e dinamiche di Cosa nostra arrivando pure a suggerire l’omicidio del collaboratore di giustizia Giuseppe Quaranta. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: