Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Anche il rimorchiatore “catanese” nel Canale di Suez per il disincaglio della Ever Given

Di Redazione

Un grosso rimorchiatore battente bandiera italiana, il Carlo Magno, è arrivato nel Canale di Suez per unirsi alle operazioni di disincaglio  della Ever Given, la nave portacontainer da 220mila tonnellate per 400 metri di lunghezza arenatasi sei giorni fa. Lo ha reso noto  noto il sito del giornale governativo egiziano al-Ahram citando i dati satellitari di MarineTraffic.com e spiegando che oggi è arrivato anche un rimorchiatore olandese, l’Alp Guard.

Pubblicità

Il rimorchiatore di soccorso Carlo Magno  fa parte della flotta della società Augustea. Costruito nel 2006 dai cantieri Rosetti Marino di Ravenna e registrato presso il porto di Catania, ha una stazza di 1.658 tonnellate e una potenza di 10.880 cavalli con cui spera di contribuire alla rimozione della nave portacontainer dal Canale di Suez. Ha una larghezza di 15,50 metri, una profondità di sette metri e un’altezza di 6,20.

Fondato nel 1955 da Salvatore Cafiero a Napoli, il Gruppo Augustea è un fornitore di servizi marittimi e servizi di trasporto. Controllata dalle famiglie Cafiero-Zagari, il gruppo Augustea ha uffici e filiali operative a Napoli e ad Augusta in Italia, Londra, Singapore, Malta, Buenos Aires, nelle Filippine e in Colombia.

Il rimorchiatore è un po' "catanese" perché è stato registrato nel porto etneo ma anche perché la Augustea, società fondata ad Augusta, ha poi allargato le sue attività in diversi porti tra cui anche quello di Catania dove si occupa  prevalentemente di rimorchiare traghetti passeggeri e navi mercantili. Ora perà il rimorchiatore arriva da un'altra complessa operazione svolta a Dubai.

Le operazioni

Verso le 16 di oggi verrà condotto un nuovo tentativo per disincagliare la Ever Given, la nave cargo incagliata da sei giorni nel Canale di Suez impedendo la circolazione in entrambe le direzioni. Lo rende noto su Twitter la Leth Agencies, una delle società che nella notte ha lavorato per rimuovere la portacontainer, senza riuscirvi. “Dopo aver lavorato senza sosta durante tutta la notte, l’Autorità del Canale di Suez ha programmato per oggi un altro tentativo di disincaglio verso le 16 fi oggi”, ha spiegato l’agenzia che offre servizi nel Canale di Suez, ma anche in quello di Panama e negli stretti di Turchia e Danimarca.
La Leth Agencies ha anche confermato che sono “327 le imbarcazioni in attesa” di poter transitare dal Canale di Suez. Di queste, “151 sono nel Canale di Suez”.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA