Notizie locali
Pubblicità
Catania, la giunta delibera i criteri per i buoni spesa: ecco chi può usufruirne

Cronaca

Palermo, scoperti dalla Guardia di Finanza 40 "furbetti" dei buoni spesa

Di Redazione

PALERMO - Individuati dalla guardia di finanza di Palermo 40 indebiti percettori di 'buoni spesà. L’indagine ha evidenziato che, sulla scorta del modello di autocertificazione redatto al Comune, avevano sottoscritto l’istanza di accesso all’intervento socio-assistenziale e le relative dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà, sostenendo di trovarsi nelle condizioni previste ed elencate nell’avviso pubblico.

Pubblicità

Gli accertamenti dei finanzieri, incentrati sui dati autocertificati nelle richieste di erogazione di "buoni spesa/voucher" presentate, hanno però evidenziato che i nuclei familiari percepivano altre forme di sostegno economico. Di conseguenza, le autocertificazioni presentate sono risultate prive dei requisiti previsti. Per tutti è scattata la denuncia per indebita percezione di erogazioni ai danni dello Stato e falso in atto pubblico. 

Inoltre, è stata avviata l’azione amministrativa per il recupero delle somme già erogate, pari a 11.120 euro, e per sanzioni per complessivi 45.120 euro. Contestualmente è stata inviata apposita segnalazione al Comune di Palermo per la decadenza dell’ammissione ai benefici richiesti

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: