Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Nisseno nasconde un gps sotto l'auto di una donna sarda per perseguitarla

Di Redazione

Era arrivato a posizionare un segnalatore Gps sotto l’auto di quella giovane donna che lo aveva respinto pur di pedinarla e perseguitarla. Un 30enne di Caltanissetta è stato indagato per stalking e gli è stato notificato il divieto di avvicinamento alla vittima, una 28enne cagliaritana.

Pubblicità

Il provvedimento arriva dopo le indagini condotte dalla Polizia di Cagliari che ha ricevuto la denuncia della vittima. Il 30enne aveva conosciuto la ragazza 15 anni fa durante un campo estivo in Sardegna. A settembre dello scorso anno è tornato a Cagliari e ha iniziato a pedinarla, tempestandola di messaggi anche sui social network, tentando di convincerla a troncare la relazione che la giovane aveva instaurato con un altro, per iniziarne una con lui.

Nonostante un netto rifiuto, il giovane siciliano ha iniziato a perseguitarla, pedinandola, appostandosi sotto la sua abitazione, arrivando addirittura a installare di nascosto un Gps sull'auto dalla donna, pur di non perderla di vista. A gennaio, dopo una prima denuncia della vittima, il questore ha fatto scattare nei confronti del 30enne un ammonimento. Ma lo stalker non si è fermato, continuando a perseguitare la giovane. La Squadra mobile ha fatto scattare ulteriori accertamenti, con la denuncia per il siciliano per stalking e violazione dell’ammonimento del questore, e con il provvedimento di divieto di comunicazione e di avvicinamento a meno di 300 metri dai luoghi frequentati dalla vittima. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: