Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Lo Stromboli "risponde" all'Etna, boati e lava anche sull'isola eoliana

Di Redazione

E' risaputo che non c'è un collegamento tra i due vulcani, eppure oggi dopo l'Etna anche lo Stromboli è tornato a far sentire il suo ruggito. Non è la prima volta che accade anche se gli esperti hanno sembra ribadito che si è trattato di coincidenze. 

Pubblicità

Nel primo pomeriggio una nuova forte eruzione ha interessato lo Stromboli, con un’alta colonna di fumo, lancio di di lapilli incandescenti e fuoriuscita di lava. La colata, che sta scendendo a mare, lungo la sciara del fuoco, una zona desertica dell’isola, ha provocato anche una frana.

L’attività dello Stromboli, già intensa da alcuni giorni, è seguita dai vulcanologi dell’Ingv e della protezione civile. Il boato è stato avvertito distintamente dagli abitanti e dai turisti che hanno cominciato in questi giorni ad affollare l’isola. 

L’Ingv di Catania che ieri aveva evidenziato «una attività vulcanica esplosiva normale di tipo stromboliano accompagnata da attività a tratti intensa all’area numero 2».

Oggi l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha comunicato che «a partire dalle ore 12:47 si è osservato un incremento dell’attività esplosiva dall’area craterica Nord che alle ore 12:51 ha prodotto un flusso piroclastico che ha raggiunto la linea di costa sviluppandosi in mare per oltre 1 km e producendo una nube di cenere che ha raggiunto un’altezza stimata di circa 1.5-2 km sul livello del mare».

«Altri flussi piroclastici di minore intensità - prosegue la nota - si sono verificati a partire dalle ore 13:02 producendo modeste nubi di cenere e materiale grossolana caldo che raggiunge la linea di costa. Il fenomeno è tuttora in corso». 

L'Etna invece era tornata in attività la scorsa notte con esplosioni e una nube di cenere ben visibile da Catania e dai paesi dell’Hinterland. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha registrato una piccola colata di lava che si è  attestata lungo il fianco del Cratere di Sud-Est, in direzione Sud-Ovest, ma che intorno alle 13 era già non più alimentata.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: