Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Parcheggio piazza della Repubblica, quasi pronto il bando di gara

Di Cesare La Marca

Può essere il punto di ripartenza che si aspettava quasi con l’acqua alla gola per dare una “scossa” alle grandi opere ferme da troppo tempo e all’economia sotto shock per il Covid, oltre che per cominciare a sanare la ferita storica che ancora “spezza” con le fosse di corso dei Martiri il centro storico dal waterfront che corre dalla stazione al porto, altro tassello cruciale della Catania che verrà, se e quando verrà. Speriamo bene e presto, e speriamo anche che lo straordinario progetto dello studio Park Associati di Milano, vincitore del concorso di idee sul waterfront, entri quanto più possibile nel dibattito e da lì nella pianificazione definitiva del nuovo Prg; intanto la notizia è che siamo alla vigilia della pubblicazione del bando di gara per la realizzazione del parcheggio multipiano da 347 posti auto e del soprastante parco a verde attrezzato, con un investimento da parte dei privati di circa 14 milioni di euro nell’area a sud di piazza della Repubblica. «Tra qualche giorno si potrà procedere alla pubblicazione del bando di gara da parte dell’Urega per la realizzazione del parcheggio multipiano di piazza della Repubblica - afferma l’assessore all’Urbanistica Enrico Trantino - contiamo molto sul fatto che si possano accelerare i tempi, per questo e per una serie di altri interventi connessi tra loro, negli scorsi giorni ho incontrato i tecnici di Park Associati ed Rfi su alcuni aspetti progettuali relativi al waterfront che saranno ulteriormente approfonditi».

Pubblicità

Il parcheggio multipiano di piazza della Repubblica arriva al bando di gara dopo che è stato superato un ostacolo derivante dalla condizione di dissesto economico e dai relativi vincoli di spesa del Comune, che nelle more dell’approvazione del bilancio preventivo di Palazzo degli Elefanti non avrebbe potuto figurare quale stazione appaltante, a meno di non costituire un apposito capitolo per l’“incasso” e la spesa dei fondi in questione, iter più lungo e tortuoso e comunque legato all’approvazione dello strumento contabile. Sarà dunque il gruppo privato a figurare quale stazione appaltante, come deliberato dal Cda, con schema del bando di gara praticamente invariato.

C’è urgenza di accelerare i tempi, per procedere con i successivi step dopo le opere di urbanizzazione consegnate nel 2019 che rappresentano circa il 2% del grande progetto di rigenerazione di corso Martiri della Libertà, e che rischiano anch’esse di restare troppo a lungo esposte ai rischi di tutte le incompiute, tra rifiuti, vandali e incivili sempre in agguato.

La pubblicazione del bando per il parcheggio, per un importo di circa 14 milioni, è peraltro necessaria in base alla convenzione per l’avvio delle opere dei privati che dovranno risanare le “fosse”, con una sferzata oggi urgente per la città vicina al tracollo economico e del lavoro, dunque è l’intero progetto da ben 250 milioni che può “sbloccarsi” con questo passaggio.

Non sfugge in tutto questo il fatto che un parcheggio in pieno centro, vicino alla stazione metro “Stesicoro” e a diverse linee Amt, attirando traffico privato, non sarà per nulla in linea con i più elementari principi di mobilità sostenibile. «La convenzione che fu allora stipulata tra Comune e privati prevede questo e dobbiamo rispettarla - spiega l’assessore alla Mobilità Pippo Arcidiacono - tuttavia questo parcheggio ci darà anche l’opportunità di estendere ulteriormente il più possibile la Ztl nell’area del centro storico».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA