Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Asp di Catania, assunti altri 47 infermieri: ecco dove saranno destinati

Di Redazione

Quarantasette nuovi infermieri sono stati assunti dall’Asp di Catania. Prenderanno servizio a partire dal 16 giugno e saranno così dislocati: 12 al P.O. di Giarre (di prossima apertura), 10 al P.O. di Caltagirone, 7 al P.O. di Paternò, 6 al P.O. di Biancavilla, 3 al P.O. di Acireale, 2 al P.O. di Bronte, 2 al P.O. Militello, 3 all’UO di Medicina Penitenziaria, 1 alla REMS di Caltagirone, 1 all’SPDC di Catania-Cannizzaro.

Pubblicità

«Abbiamo messo in campo tutti gli strumenti e le procedure selettive, anche di natura straordinaria, per dare stabilità ai servizi e garantire continuità assistenziale - spiega il manager dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza -. Abbiamo puntato sull’innovazione in modo da semplificare i processi, soprattutto nell’attuale contesto emergenziale, e siamo già a lavoro per individuare nuove modalità di selezione del personale per rispondere a esigenze specifiche».

Con queste nuove assunzioni, dal mese di febbraio 2021 ad oggi, l’Azienda sanitaria – come è indicato in un comunicato - ha reclutato 142 nuovi infermieri a tempo determinato, in attesa dell’ormai prossimo completamento delle procedure di mobilità/concorso, per il bacino Sicilia orientale, con capofila l’Asp di Catania, attraverso le quali, secondo le previsioni dell’Assessorato regionale alla salute, guidato dall’avv. Ruggero Razza, saranno coperti per l’Azienda sanitaria catanese: 118 posti di infermieri e 136 posti di operatori socio sanitario.

«L’assegnazione del personale ha seguito le priorità della programmazione regionale e le esigenze dei servizi aziendali - spiega Antonino Rapisarda, direttore sanitario dell’Asp di Catania -. Abbiamo fornito maggiore supporto agli Ospedali, e in particolare a quello di Giarre, garantendo, al contempo, la necessaria attenzione ad altri servizi con simile intensità di prestazioni».

Sono in fase di verifica le quasi 4400 domande di partecipazione alla selezione, per soli titoli, per la formazione di una graduatoria a tempo determinato per il profilo di OSS. Già dal mese di luglio, a seguito dell’approvazione di tale graduatoria – avverte la Asp - si provvederà al conferimento degli incarichi per le unità necessarie secondo le esigenze assistenziali, in attesa, come già detto, della definizione della procedura di mobilità/concorso.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: