Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Palermo, infermiere si inietta anestetico e muore per rigurgito

Di Redazione

PALERMO - Un infermiere del San Raffaele Giglio di Cefalù, è stato trovato morto in casa dai sanitari del 118 e dai carabinieri. I soccorsi erano stati richiesti dai colleghi che non lo vedevano arrivare in ospedale. L'operatore sanitario, 39 anni, secondo quanto accertato dai militari si sarebbe iniettato una fiale di Propofol, un potente anestetico. Poco dopo avrebbe avuto un rigurgito e sarebbe morto soffocato. La salma dell'infermiere, dopo gli accertamenti di rito, è stata restituita alla famiglia.
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: