home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Sparito il francobollo dedicato alla Porta d'Europa?

Nell'aggiornamento periodico al programma di emissione di carte valori postali non c'è quello che raffigura il momento di Lampedusa dedicato ai migranti morti in mare

Sparito il francobollo dedicato alla Porta d'Europa?

Sembra scomparso nell’aggiornamento del programma filatelico 2018 il francobollo che era stato inizialmente programmato per celebrare la «Porta d’Europa», il monumento realizzato da Mimmo Paladino a Lampedusa per ricordare i migranti morti in mare. Effetto della nuova politica del governo in tema di immigrazione?

Oggi le Poste Italiane hanno diffuso l’aggiornamento periodico al programma di emissione di carte valori postali: il numero complessivo di emissioni è rimasto invariato ma non comprende più il francobollo per Lampedusa. E’ invece stato inserito un francobollo (emissione prevista per il 20 novembre) dedicato al centenario dell’inaugurazione dell’Aula di Montecitorio progettata da Ernesto Basile e coperta con un grande lucernario (il «velario») di Giovanni Beltrami al di sotto del quale c'è il fregio dipinto da Aristide Sartorio.

«Da dove deriva la decisione di rinunciare a celebrare l’opera di Mimmo Paladino su Lampedusa, non stampando più il francobollo previsto su di essa?». Lo chiede Michele Anzaldi, deputato del Partito democratico, con un’interrogazione al ministero dello Sviluppo economico.

«Dagli organi di informazione si apprende - spiega - che nell’ambito dell’aggiornamento del programma filatelico 2018 sarebbe stato depennato il francobollo programmato per celebrare la 'Porta d’Europà, il monumento realizzato da Mimmo Paladino a Lampedusa per ricordare i migranti morti in mare. Poste Italiane, nel diffondere l’aggiornamento periodico al programma di emissione di carte valori postali ad invarianza di numero, non comprende più proprio quel francobollo per Lampedusa. Sappiamo che la decisione sulle emissioni spetta, come da Contratto di Programma vigente, al Ministero dello Sviluppo Economico e che Poste Italiane è solo una concessionaria».

«La rinuncia al francobollo corrisponde ad una precisa indicazione ideologica del Ministro dello Sviluppo Economico oppure a un semplice disguido?», conclude.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa