Notizie locali
Pubblicità

Tech

Catania, la "Notte" è piccola per i ricercatori Il 27 settembre tutti svegli per "Sharper"

Di Redazione

Incontrare i ricercatori nei laboratori, ma anche nelle strade, nelle piazze e chiacchierare con loro delle idee dei progetti e delle sfide che legano Catania alla comunità nazionale e internazionale della ricerca. E il miglior momento per farlo è la notte. Catania è una città che adora fare le ore piccole, ed ecco che l'evento è servito.

Pubblicità

Conto alla rovescia per la Notte dei ricercatori in programma venerdì 27 settembre a Catania con ottanta eventi che animeranno 13 luoghi della città, dai laboratori alle piazze. Si chiama progetto Sharp (acronimo di SHAring Researchers’ Passions for Evidences and Resilience) e all'inizio era stato realizzato si scala regionale in Umbria dove si è svolto nelle città di Perugia, Terni e Foligno. Con il passare degli anni l’iniziativa che originariamente rappresentava soprattutto una vetrina della ricerca e dei suoi protagonisti è diventata sempre più un evento culturale ricco di forme di interazione e coinvolgimento di tanti attori.

Nell’ultimo biennio il progetto si è esteso sia nel centro che nel sud Italia e quest'anno vede coinvolta anche Catania fra le città italiane partecipanti. Oltre all'Università sono tanti gli enti coinvolti dall’Inaf all’Ingv, dal Cnr-Imm al Centro siciliano di Fisica nucleare, dalla sezione di Catania dell’Infn alla Scuola Superiore, oltre che di altri partner cittadini.

L'acceleratore Van de Graaf che si trova dal 1955 al Centro Siciliano per la Fisica Nucleare e la Struttura della Materia  


«A Catania - ha spiegato la coordinatrice della manifestazione Cettina Maiolino - sono previsti oltre 80 eventi che animeranno 13 luoghi della città. Il tutto prenderà il via alle 11,30 nella sede dei Laboratori con l’intervento di Mario Tozzi che parlerà di ambiente e sostenibilità con un intervento sul mare e gli oceani, seguito da una miriade di appuntamenti distribuiti fra le sedi universitarie e il “polo” di piazza Università. Riusciremo a soddisfare ogni possibile curiosità da parte del pubblico, a rispondere a qualunque domanda: dall’ambiente all’energia, dalla chimica alla fisica, dall’economia alle tecniche per smascherare le fake news scientifiche, passando per le strategie antifumo, le tecnologie più moderne della polizia scientifica e le collezioni degli antichi strumenti degli scienziati dei secoli scorsi, con mostre e attività specifiche per grandi e i bambini, concerti e “caffè scientifici”, laboratori, talk e “flash mob”, trasformando strade, piazze, musei, teatri in laboratori in cui fare esperienza dell’attività dei ricercatori».

Il programma su http://www.sharper-night.it/sharper-catania/

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA