home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, Banca Base messa in amministrazione straordinaria

Come anticipato dal nostro giornale, sono emersi i problemi finanziari dell'istituto di credito ed è intervenuto l'assessorato regionale all'Economia

La replica di Banca Base: «Istituto affidabile, in arrivo investitori»

Una delle sedi di Banca Base a Catania

CATANIA - L’organo amministrativo di Banca Base ha appena fatto in tempo a replicare con un lungo comunicato - pubblicato martedì scorso dal nostro giornale - quanto già anticipato da noi lunedì scorso con un articolo che aveva puntualmente riferito sulle verifiche effettuate dagli organi di controllo esterni (società di revisione e Banca d’Italia) e su quali sarebbero potuti essere gli scenari futuri dell’istituto di credito. Infatti, contestualmente alla pubblicazione della “smentita” del presidente del Consiglio di amministrazione, dott. Pietro Bottino, l’assessore all’Economia della Regione Siciliana, con decreto n. 88 del 13/2/2018, ha disposto, “su proposta della Banca d’Italia, lo scioglimento degli Organi con funzioni di amministrazione e controllo (e, dunque, anche del collegio sindacale) della Banca Sviluppo Economico S.p.a. (questa l’esatta denominazione), sita in Catania, viale XX Settembre 56, e la sottoposizione della Banca stessa ad amministrazione straordinaria, ai sensi dell’art. 70, comma 1, del D.lgs. n. 385/93 (Testo unico bancario) e successive modificazioni e integrazioni”.

Adesso, “con provvedimento della Banca d’Italia del 13 febbraio scorso, sono stati nominati gli Organi straordinari nelle persone del prof. avv. Antonio Blandini, quale commissario straordinario, dell’avv. Francesco Borza, del dott. Andrea Dara e del dott. Roberto Loria, quali componenti del Comitato di Sorveglianza. La gestione della Banca è affidata agli Organi straordinari, che si sono insediati il 13 febbrario e operano sotto la supervisione della Banca d’Italia”.

Al fine di tutelare la totalità dei creditori, e, in particolare, “di preservare il valore aziendale e porre al sicuro i diritti dei clienti, dei depositanti e dei creditori in generale della Banca Base, ai sensi dell’art. 74 del Testo unico bancario è stata disposta, con relativo provvedimento del commissario straordinario, a tanto appositamente autorizzato dalla Banca d’Italia, e dietro parere favorevole del Comitato di Sorveglianza, la sospensione, per il periodo di un mese, del pagamento delle passività di qualsiasi genere, nonché della restituzione degli strumenti finanziari alla clientela”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa