home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

La Corte dei Conti, tra Regione e società partecipate rapporti poco chiari

Durissimi i magistrati contabili nel giudizio di parificazione: «Trascurato il critico stato di salute di molte società e organismi regionali»

La Corte dei Conti, tra Regione e società partecipate rapporti poco chiari

Il rapporto finanziario con le società partecipate e controllate è uno dei punti più critici e oscuri del bilancio della Regione siciliana. La Corte dei conti registra da un lato la «mancata dimostrazione» dei rapporti di debito e credito e dall’altro una «situazione fortemente problematica e lacunosa».

«Particolarmente grave - si legge nella relazione per il giudizio di parifica del rendiconto generale 2017 - risultano le inadempienze non solo nella fase di riconciliazione ma soprattutto in quella, propedeutica, di ricognizione delle singole posizioni di debito-credito».

La lacunosità delle informazioni fornite solo su quattro delle partecipate hanno finito, a giudizio della Corte dei conti, per compromettere la «veridicità e l’integralità delle risultanze contabili».

La Regione, aggiunge la relazione, ha pure sottovalutato il «coefficiente di rischio». Ha cioè «trascurato il critico stato di salute di molte società e organismi regionali» spesso segnalato dalla Corte dei conti.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa