Notizie locali
Pubblicità
Manovra, nella bozza previsti 25 milioni per finanziare le tariffe aeree sociali

Economia

Manovra, nella bozza previsti 25 milioni per finanziare le tariffe aeree sociali

Di Redazione

Oltre 200 milioni per il Tpl, 340 milioni per le politiche abitative, ristori per le imprese della mobilità e rifinanziamento degli incentivi Ferrobonus e del Marebonus. Sono alcune delle misure del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti nella Legge di Bilancio 2021, che vanno a sostegno dei settori del trasporto locale, ferroviario, marittimo e delle politiche abitative. E’ quanto emerge da una scheda riassuntiva del ministero. In particolare, per il trasporto pubblico locale vendono stanziati 200 milioni per il 2021 per servizi aggiuntivi di bus e scuolabus «indispensabili per lo svolgimento dell’anno scolastico».

Pubblicità

Tra le misure più corpose, anche lo stanziamento per potenziare il fondo nazionale di sostegno alle locazioni rivolto alle famiglie a basso reddito che vivono in un alloggio in affitto: 160 milioni nel 2021 e 180 mln nel 2022.
TPL. - Servizi aggiuntivi bus e scuolabus: 200 milioni per il 2021. Si tratta di risorse per i servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale di Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano indispensabili per lo svolgimento dell’anno scolastico.
- Ristori servizi di linea: 20 milioni per il 2021. Si tratta di nuove risorse da destinare alle imprese di trasporto di persone mediante autobus, di competenza sia statale che regionale per compensare i minori ricavi registrati e per il ristoro delle rate di finanziamento o dei canoni di leasing.
TRASPORTO FERROVIARIO. - Sostegno alle imprese ferroviarie: 30 milioni di euro all’anno dal 2021 al 2034 di sostegno alle imprese che effettuano servizi di trasporto ferroviario di passeggeri e merci non soggetti a obblighi di servizio pubblico.
- Riduzione canoni infrastruttura per gli operatori ferroviari: 20 milioni nel 2021 e 10 milioni per ciascun anno dal 2022 al 2026. Estesa fino al 30 aprile 2021 la riduzione del canone per l’utilizzo dell’infrastruttura ferroviaria per i servizi di trasporto non oggetto di obbligo di servizio pubblico attraverso l’azzeramento dell’intera componente del pedaggio legata ai dati di traffico.
TRASPORTO FERROVIARIO MERCI. - 5 milioni l’anno dal 2021 al 2026. Sostegno alle imprese detentrici e noleggiatrici di carri ferroviari merci, nonché gli spedizionieri ed operatori del trasporto multimodale.
FERROBONUS. Viene rifinanziato, mantenendo ferme le risorse già assegnate dalla legge di bilancio 2020 e dal decreto Rilancio: 25 milioni nel 2021; 19 milioni nel 2022; 22 mln dal 2023 al 2026.
RISORSE PER SERVIZI FERROVIARI INTERREGIONALI INDIVISI. 3,9 mln l’anno dal 2021 al 2026. Le Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia sono chiamate a provvedere alla programmazione ed alla gestione dei servizi interregionali, secondo le esigenze del territorio. Si prevede che i collegamenti sulle direttrici Nord/Sud siano gestiti dalla Regione Veneto, mentre quelli della direttrice Est/Ovest dalla Regione Friuli Venezia Giulia.
PORTI E TRASPORTI MARITTIMI. - 68 mln per il 2021. Incremento delle risorse del fondo 2020 per compensare le Autorità di sistema portuale dei mancati introiti e risorse per le imprese di navigazione operanti con navi minori nel settore del trasporto turistico di persone via mare e per acque interne. - 28 mln per il 2021. Esenzione dagli oneri previdenziali e assistenziali per gli armatori e il personale iscritti nei registro internazionale. - 20 mln per il 2021. Fondo per compensare gli armatori che operano con navi battenti bandiera italiana per i minori ricavi tariffari. - 20 mln per il 2021. Fondo per compensare la riduzione dei ricavi dei terminalisti.
MAREBONUS. Viene rifinanziato, mantenendo ferme le risorse già assegnate dalla legge di bilancio 2020 e dal decreto Rilancio: 25 mln nel 2021; 19,5 mln nel 2022; 21,5 mln per ciascun anno dal 2023 al 2026.
TARIFFE SOCIALI PER LA SICILIA. Risorse per favorire la mobilità aerea da e per la Regione Sicilia, pari a 25 mln per il 2021 e 25 mln per il 2022.
RIMOZIONE DELLE NAVI ABBANDONATE NEI PORTI. Costituzione di un fondo finalizzato alla rimozione delle navi abbandonate nei porti con 2 mln nel 2021 e 5 mln per il 2022 e per il 2023.
POLITICHE ABITATIVE. Potenziamento del fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, che viene rifinanziato con 160 milioni nel 2021 e 180 nel 2022.
MISURE SENZA ONERI. - Regime fiscale nautica da diporto: regime fiscale agevolato per la cessione di navi, al ricorrere di alcune condizioni (ad esempio che la nave da trasferire abbia effettuato un numero di viaggi in alto mare superiore al 70%).

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: