home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Nicosia, i primi rilievi tecnici per gli orti collettivi

Il progetto proposto dovrebbe concretizzarsi a metà del 2018

Nicosia, i primi rilievi tecnici per gli orti collettivi

Nicosia (Enna) - Il progetto di realizzare l’orto collettivo su terreni demaniali, proposto oltre 3 anni fa, dovrebbe concretizzarsi entro la metà dl 2018. Lo scorso anno il Cda della Silvopastorale aveva individuato i terreni idonei ad essere destinati agli orti collettivi nel quartiere Crociate. Oltre un mese fa sono stati completati i rilievi tecnici sulle aree, quindi dovranno iniziare i lavori di sistemazione del terreno da anni inutilizzato, che verrà spianato e lavorato per essere idoneo alle colture, quindi si realizzerà la recinzione. Il progetto di utilizzare terreni demaniali vicini al centro urbano per la realizzazione di orti, consente a famiglie in difficoltà di coltivare ortaggi per il consumo casalingo, ma ha anche finalità di socializzazione per persone sole e anziani oltre che didattiche, perché un appezzamento dovrebbe essere concesso alle scuole per realizzare un orto e quindi insegnare ai bambini la cultura contadina e sostenere i principi di una alimentazione sana a chilometro zero.

Tuttavia la zona scelta è distante dalle scuole cittadine e comunque, se verrà assegnato un appezzamento alle scuole, sarà necessario predisporre un servizio di trasporto con lo scuolabus. Il Cda della Silvopastorale circa un anno fa aveva annunciato di avere individuato le aree nel quartiere Crociate, zona ormai densamente abitata, dove sorgono complessi condominiali, abitazioni e edifici di edilizia popolare. I lavori sono comunque slittati alla primavera, per evitare fermi causati dalle piogge e dalla neve del periodo invernale, quindi si dovrà predisporre il regolamento per le assegnazioni dei lotti, tramite un bando, che dovrebbe prevedere un canone simbolico. L’iniziativa era stata lanciata nel gennaio 2013 e avrebbe dovuto concretizzarsi entro l’autunno dello stesso anno con l’individuazione dell’area e con la predisposizione di un bando per i piccoli lotti che dovevano essere richiesti dai privati, ma ci sono voluti quasi 5 anni per concretizzarlo. La destinazione a scopi sociali di un terreno pubblico, da decenni è una realtà nei Paesi del Nord Europa e da diversi anni lo è anche in Italia. Un lotto di contrada Crociate dovrebbe essere comunque destinato ai progetti di tutela della cultura contadina e a quelli dell’alimentazione sana nelle scuole che poi destinano i prodotti dell’orto alle famiglie bisognose o a enti assistenziali.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa