Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Nek, Pezzali e Renga, i “duri da battere”

Di Simone Russo

È ufficiale. Max Pezzali, Nek e Francesco Renga sono pronti a fare tappa anche ad Acireale nel corso del tour che caratterizzerà il loro 2018.

Pubblicità

Tre amici. Tre grandi artisti. Tre carriere straordinarie. L’inedito trio è pronto a cominciare un imperdibile giro d’Italia nei teatri e nei palazzetti. Il 3 febbraio saranno protagonisti al Pal’Art Hotel di Acireale per regalare la loro musica ai loro fan provenienti da tutta la Sicilia. Da ieri è già in radio “Duri da battere”, il nuovo singolo di Max Pezzali interpretato assieme ai suoi due nuovi compagni di viaggio.  I tre sono stati la colonna sonora di intere generazioni: Max Pezzali ha venduto oltre 7 milioni di dischi, Nek è l'artista italiano più suonato dalle radio nell'ultimo anno, Francesco Renga ha una carriera caratterizzata da oltre 1.850 concerti.

I tre “Duri da Battere” in questo tour si metteranno alla prova ancora una volta, unendo le loro straordinarie carriere per creare una miscela che si preannuncia esplosiva. Sul palco, infatti, i tre big della musica italiana saranno sempre insieme, per tutta la durata dello spettacolo, reinterpretando i brani più significativi degli oltre 25 anni di carriera di ciascuno.

I tre cantautori, qualche giorno fa, hanno presentato ufficialmente il loro nuovo progetto artistico. A consacrare questa esperienza il singolo “Duri da Battere”, che anticipa l’uscita del disco di Max Pezzali. Previsto per il prossimo autunno. «Mi ha sempre affascinato la forza di volontà dell’essere umano, che è riuscito a superare le proprie debolezze naturali e le avversità dell’habitat per poter sopravvivere, sempre e comunque - ha spiegato Max Pezzali - Nei grandi processi evolutivi come nelle difficoltà di tutti i giorni, nella vita di relazione come nello sport: essere "duri da battere" non significa essere invincibili, ma avere il coraggio e la determinazione di buttare il cuore oltre l'ostacolo. O almeno di provarci».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: