home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, suoni e musiche dal cuore: dieci donne e il futuro possibile

All'Open spettacolo corale tra musica, cibo e territorio «per una città che si vesta di rosa»

Catania, suoni e musiche dal cuore: dieci donne e il futuro possibile

La cantautrice Gabriella Lucia Grasso

CATANIA - «Pensiamo a una Catania che si vesta di rosa, che dia attenzioni, si concentri e rifletta e studi, che accolga il senso della cura di sé stessi e dell'altro, che tenda a un futuro in cui la musica, il cibo, il vino, il territorio e noi, le donne, siano fili solidali, in cui la cultura, la tradizione e le relazioni si intrecciano in un racconto splendido. E quel futuro immaginato lo pretendiamo, e lo rendiamo possibile e allora cominciamo a raccontare...».

E saranno in dieci, dieci donne, a raccontare con parole e suoni il futuro immaginato domani alle 20.30 all'Open di via Porta di Ferro 38 a Catania. Comincerà l'attrice catanese Egle Doria, leggendo e interpretando un testo scritto da Maria Giovanna Lauretta ispirato a Le Attenzioni. Poi la cantautrice Gabriella Lucia Grasso e alcune sue compagne di viaggio incroceranno i propri strumenti e le proprie esperienze musicali in un concerto orchestrato e diretto da Denis Marino.

Sul palco, riunite attorno alla chitarra e alla voce dell'autrice di Vussia Cuscenza, altre tre ex Malmaritate - Emilia Belfiore (violino), Concetta Sapienza (clarinetto) e Tiziana Cavaleri (violoncello) - e poi Caterina-Cat Anastasi-Clap, cantante dei Babil on Suite, la jazzsinger Giulia La Rosa, Manola Micalizzi, brasileira di Sicilia, le biondissime rocker Ambra Scamarda (basso) e Samuela Schilirò (voce e chitarra). Un vulcanico calderone di stili e ritmi, tra Sudamerica, etno, rock, classica, jazz.

«Tutti suoni e musiche che sgorgheranno dal cuore» promettono in coro. E per un fine che nobilita l'iniziativa: il ricavato del concerto sarà devoluto all'associazione Andos onlus (Associazione nazionale donne operate al seno) attiva sul territorio per offrire supporto, aiuto e riabilitazione fisica e psicologica alle donne affette da carcinoma mammario. A completare la finalità della serata, Veg Sicilia - Associazione Vegetariani e Vegani siciliani, organizzatrice dell'evento, per l'occasione preparerà prelibatezze vegan ispirate alla tradizione siciliana, accompagnate da un bicchiere di vino siciliano biovegan offerto dalla Cantina Marilina di Noto. «Una cena (vegan) tra amiche, un bicchiere di vino… all'origine di tutto, tra le chiacchiere delle donne s'addensano racconti e storie e riflessioni sul senso dell'attesa, della tensione, dell'attenzione che no, non è pericolo né allarme… e allora cerchiamo le parole più giuste: concentrazione impegno considerazione interesse studio voglia riflessione prudenza cautela cura diligenza gentilezza premura cortesia desiderio, sono queste… Le Attenzioni».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa