Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Il ghigno rock di Piero Pelù arriva in Sicilia

Di Salvo Pistoia

Il ghigno satanico indelebile del "D'Artagnan" del rock italiano. Questa l'immagine di Piero Pelù, legata alla storia della formazione madre creata insieme a Ghigo Renzulli, ancora icona per la scena italiana, ma anche a periodiche iniziative o idee che pervadono la mente del frontman dei Litfiba. Senza dimenticare i suoi dischi personali o le iniziative con Ligabue e  Jovanotti (Il mio nome è mai più), lo spirito libero del rocker si è espresso fuori dal clichè discografico, trasformandosi in narratore editoriale nell'occasione di "Perfetto Difettoso", autobiografia edita nel 2000.

Pubblicità


Per la stagione estiva in corso, ha deciso di caricare il camion insieme a Giacomo Castellana(chitarre), Luca Martelli(batteria) e Ciccio Li Causi (basso), spruzzando in giro per l'Italia, il "Warm Up Tour", temi cari al gruppo della sua vita, brani celeberrimi riletti con pura energia e adrenalina. I Bandidos sono un'ulteriore avventura di Piero Pelù, senza dimenticare le origini che rimangono priorità. Due concerti siciliani, previsti per mercoledì 8 agosto nell'ambito della rassegna "Porto d'Arte" a Palermo-Castello a Mare e giovedì 9 agosto all'anfiteatro di Zafferana Etnea per Etna in scena.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: