home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Sant'Agata e donne migranti martiri di ieri e di oggi negli scatti di Antonio Parrinello

La mostra del fotografo e fotoreporter catanese dal 6 febbraio nel foyer della Sala Verga del Teatro Stabile di Catania

Sant'Agata e donne migranti martiri di ieri e di oggi negli scatti di Antonio Parrinello

CATANIA - Da mercoledì 6 a giovedì 28 febbraio 2019 il Teatro Stabile di Catania ospiterà, nel foyer della Sala Verga, la mostra fotografica Martiri, antologia di scatti del pluripremiato fotografo e fotoreporter catanese Antonio Parrinello. Il percorso della mostra racconta una tragedia passata, ovvero il martirio della patrona della città di Catania, che incrocia quella moderna delle donne migranti che sbarcano sulle nostre coste. L’inaugurazione è prevista per mercoledì 6 febbraio, alle ore 19:30, in occasione del debutto dello spettacolo “A. Semu tutti devoti tutti?”

“Accoglienza e martirio - dichiara Antonio Parrinello - sono i temi cruciali attorno ai quali ruota la narrazione fotografica Martiri. Dopo aver fotografato per lustri la festa di Sant'Agata, mi sono reso conto di quanto i catanesi aspettino per tutto l’anno di rivedere la santa patrona e poterla accogliere in quei giorni a lei consacrati. Una mostra fotografica che racconta la tragedia della protomartire etnea può allora rappresentare una prospettiva privilegiata per affrontare il dramma moderno degli sbarchi che avvengono sulle nostre coste: le migranti che approdano in Sicilia, dopo un lungo, travagliato e drammatico viaggio per mare, sono donne e madri che chiedono di essere accolte. Sono martiri anch'esse, che proprio la ricorrenza della festa di Sant'Agata ci invita a non dimenticare”. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP