Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Evento Dolce&Gabbana, al Duomo di Monreale tra sacro e profano

Di Onorio Abruzzo
Pubblicità

L’organo suonava leggermente una melodia e gli ospiti dei due stilisti, accolti dalle suore del convento, hanno ammirato il Cristo della meravigliosa Cattedrale di Santa Maria Nuova. Una passerella color oro ha poi accolto i modelli, che hanno sfilato facendosi ammirare dai presenti e dai cittadini monrealesi i quali in gran parte dietro le transenne, hanno accettato e ammirato la manifestazione nascosta dai muri e dagli uomini della sicurezza. La cittadina di Monreale, che dal suo monte sovrasta Palermo, mai era stata così messa a nuovo. La gente affacciata ai palazzi, e in cerca di qualche spiraglio per poter intravedere la sfilata, ha sognato ad occhi aperti vivendo per una sera un’esperienza unica nel suo genere.

GUARDA LA FOTOGALLERY

Tra gli abiti, i pigiami, le vestaglie lungo la passerella molti i ricami in seta raffiguranti immagini sacre e mosaici del Duomo di Monreale. Sembra proprio che la nuova collezione Dolce e Gabbana prenda l’ispirazione dai luoghi dove in questi giorni si sono tenuti gli eventi. Nessun vip in giro per la città e lungo le passerelle ma soltanto clienti, magari pure miliardari, che si sono divertiti in questa vacanza palermitana offerta dai propri beniamini dell’Alta Moda.

La festa ieri si è poi prolungata fino alle due di notte con una cena all’interno del Chiostro e una serata esclusiva nella Terrazza del Belvedere tirata a lucido per l’occasione. Soddisfatti e orgogliosi i sindaci di Monreale e Palermo: in fondo sono stati gli unici volti riconosciuti dai cittadini in cerca di vip. Stasera protagonista sarà la cittadina di Trabia che con il suo Castello Lanza darà il proprio contributo all’elegante manifestazione. Si chiude dunque il sipario su un evento che ha fatto sognare i fans dei due stilisti, che ha deluso chi si aspettava volti noti dello spettacolo, ma che per fortuna ha dato una spinta in più ad apprezzare e rispettare la bellezza della Sicilia.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: