Notizie locali
Pubblicità
Sangiorgio: «Un anno difficile per la categoria. Continueremo a garantire efficienza, per assicurare formazione professionale e far sentire la nostra presenza agli iscritti»

ipress news

Sangiorgio: «Un anno difficile per la categoria. Continueremo a garantire efficienza, per assicurare formazione professionale e far sentire la nostra presenza agli iscritti»

Di Assia La Rosa

CATANIA – La rivoluzione del Covid-19 con i suoi effetti sulle abitudini e sugli stili di vita; l’aggiornamento costante sulle misure fiscali urgenti a sostegno della liquidità di famiglie, lavoratori e imprese in crisi; lo smartworking e la continua ricerca di soluzioni operative per garantire tempestività ed efficienza; la rinuncia degli incontri in presenza e gli appuntamenti online diventati ormai un rituale. Questo il 2020 dell’Ordine dei Commercialisti di Catania, che però non ha voluto rinunciare al tradizionale appuntamento con gli iscritti per lo scambio di auguri, «Un’occasione per dare il dovuto riconoscimento a chi da anni onora la nostra professione – ha spiegato il presidente dell’Ordine Giorgio Sangiorgio in occasione dell’incontro online – Non potevamo annullare questo evento che da anni rappresenta una tappa importante per momenti di riflessione e confronto e per rivolgere un pensiero verso i colleghi che non ci sono più». 

Pubblicità

Seppur virtualmente il presidente ha consegnato le targhe per i 60 anni di iscrizione all’Ordine a Gaetano Siciliano e per i 50 anni a Gianfranco Orecchio.  Il riconoscimento per i 40 anni è andato a Giovanni Marco Aloisio, Angelo Castorina, Simone Garofalo, Giuseppe Grasso, Salvatore Torrisi e Antonino Zocca; la cerimonia si è chiusa con le targhe per i 30 anni consegnate ad Antonio Anfuso, Giuseppe Cardillo, Massimo Costanzo, Nino Ferraro, Giuseppe Lamagna, Angelo Leone, Lucia Lombardo, Remo Longo, Giuseppina Muscarà, Dina Nici, Alessandro Raddante, Enzo Spampinato, Domenico Strano, Salvatore Tropea e Rosario Vinciguerra.

«Volevo anche ringraziare tutto il Consiglio per l’impegno costante negli ultimi 4 anni e, in particolar modo, in questo difficile 2020 – ha continuato Sangiorgio – Nonostante i rapporti ridotti e annullati tra noi e le false speranze di tornare alla normalità nutrite a luglio, abbiamo integrato e implementato la nostra piattaforma telematica per i corsi e seminari online. Il tutto, in una continua e frenetica corsa per rimanere al passo con i decreti, per assicurare la formazione professionale e far sentire la nostra presenza agli iscritti». 

«Gli appuntamenti con la formazione – ha aggiunto il consigliere Dario Scelfo – hanno incontrato diverse criticità, ma non ci siamo fermati, cercando di proseguire nel percorso già intrapreso: garantire a tutti i colleghi il know-how necessario per lo svolgimento della professione». Non solo attività professionale, ma anche sociale: «Nonostante il lockdown, siamo stati vicini ai nostri clienti, dai privati alle aziende, per dare supporto e sostegno in un momento difficile – ha continuato Sangiorgio - Nel mese di aprile abbiamo inoltre avviato una raccolta fondi per l’acquisto di un ventilatore polmonare e per la donazione di buoni pasto alla parrocchia di padre Archimedes, nel quartiere di Picanello». Ed è proprio il parroco a «ringraziare di cuore e pregare per tutta la comunità. Il vostro aiuto è stato molto importante, simbolo di solidarietà e fraternità. Valori che devono caratterizzare questo Natale, in cui bisogna riscoprire le cose essenziali. Ciò che non si dona è qualcosa che si perde».

«La sospensione delle elezioni consiliari – a data da destinarsi - protrarrà il nostro mandato oltre il 31 dicembre 2020. Ci impegneremo a proseguire il nostro operato nei confronti degli iscritti e della collettività come fatto finora, mantenendo alto il livello di efficienza», hanno concluso Sangiorgio, Alberto Leone (vicepresidente dei Commercialisti di Catania),  Maurizio Stella (consigliere segretario) e Rosario Marino (tesoriere).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA