Notizie locali
Pubblicità

ipress news

Matrimoni: la nuova tendenza food che scardina le tradizioni

Di Assia La Rosa

Parola d’ordine in tempi di Covid: reinventarsi. Unica formula per sopravvivere alla restrizioni dettate dalla pandemia. Tra le poche certezze rimaste in piedi c’è l’amore, che con la sua forza continua a spingere la voglia di unirsi in matrimonio. Nonostante i divieti, nonostante le zone delimitate dai colori dell’emergenza, nonostante la crisi di un comparto - quello che ruota intorno al giorno del “sì” - che rischia ormai il tracollo.

Pubblicità

Dall’importanza di adeguarsi alle nuove normative vigenti e di modificare la propria abituale offerta, nasce il wedding delivery catering. Il più tradizionale dei banchetti diventa spesso un evento intimo, immersi nella natura, in location dov’è possibile distribuire bene spazi e distanze, pur festeggiando il giorno più importante per le coppie innamorate.

“Non possiamo né vogliamo fermarci - sottolinea Chef Lucio Ferlito di Al Vicolo - ce la stiamo mettendo tutta per soddisfare ogni desiderio dei nostri clienti. Ultima nata in casa Al Vicolo è la wedding-bag: una grande scatola nominale piena di mini box gourmet che puntano alla valorizzazione dei prodotti territoriali. Oggi i matrimoni sono casual, più friendly: distribuzione irregolari di sedute creative, rimpiazzano il rigido planning di una volta; zone chill-out esterne vengono allestite in mezzo alla natura con divani, poltrone, tavoli e allestimenti minimal. A tutto questo abbiamo associato una proposta food genuina, meno legata al protocollo. Dalle insalate di pasta ai salumi siciliani; dalla caponatina take away alle fritturine tipiche dello street-food, passando per gli assaggi di secondi di carne e di pesce. Tutto rigorosamente distribuito in monoporzioni, personalizzate ed elegantemente confezionate con fiori e decorazioni, a formare un ricchissimo menu, che spazia dall’antipasto al dolce con una grandissima varietà di assaggi. Una formula che piace e che consente agli sposi di non rinunciare al momento di convivialità con amici e parenti, in tutta sicurezza. Noi siamo sfiniti, ormai schiacciati da decreti, crisi e mancati ristori. Ma non vogliamo arrenderci. Vogliamo continuare a credere che gli sforzi imprenditoriali fatti fino ad oggi non saranno vanificati per sempre. Aspettando tempi migliori, stiamo cercando di fare il possibile per non chiudere le saracinesche della nostra attività - conclude chef Lucio - Ci adattiamo, ci rimoduliamo, ma non molliamo”.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: