home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

ANCONA

Orto sociale per detenuti a Ancona

In 40 hanno aderito a progetto Coldiretti, 30 quintali ortaggi

Orto sociale per detenuti a Ancona

ANCONA, 24 GIU - Sono circa 40 i detenuti del carcere di Barcaglione di Ancona che hanno aderito al progetto "Orto sociale in carcere" e che ogni anno producono 30 quintali di ortaggi. Il progetto è organizzato in collaborazione con i pensionati di Coldiretti Ancona che insegnano la gestione della terra e supervisionano il lavoro. La presidente di Coldiretti Ancona Maria Letizia Gardoni, insieme al direttore regionale Enzo Bottos, ha visitato la struttura per conoscere meglio una realtà che, da tre anni a questa parte, è stata resa possibile dal Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria e dalla Regione Marche. "L'agricoltura - commenta la Gardoni - raggiunge il suo apice di valore quando sfocia nel sociale. Con questo progetto, ormai consolidato, diamo la possibilità ai detenuti di ritrovare la fiducia in se stessi e la spinta motivazionale". In un terreno che dispone anche di serre riscaldate vengono prodotti pomodori, peperoni, zucchine, ma anche cocomeri e meloni. C'è persino un uliveto.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa