Notizie locali
Pubblicità
Scuole chiuse, allo studio voucher alle famiglie per baby-sitter e congedi parentali

Italia

Scuole chiuse, allo studio voucher alle famiglie per baby-sitter e congedi parentali

Di Redazione

ROMA - La chiusura delle scuole per il coronavirus ha diversi “effetti collaterali” sulle famiglie italiane e per questo il governo starebbe pensando a possibilità di sostegno per i costi delle baby sitter, con i voucher. Da quanto si apprende, sono in corso valutazioni economiche. Un'altra misura allo studio per alleviare i problemi delle famiglie è quella di congedi straordinari per i genitori. E naturalmente sono misure che vista l'emergenza dovrebbero essere prese a breve.

Pubblicità

«I voucher? Stiamo studiando alcune di queste misure. Siamo a lavoro per adottare le migliori misure per il Paese. Le mie proposte le ho portate e le riporterò: c'è la volontà di accompagnare le famiglie in questa emergenza», ha detto la ministra per le Pari opportunità Elena Bonetti, arrivando a Palazzo Chigi per il Consiglio dei ministri. «Ora è il momento delle risposte. Non si tratta di fare annunci ma di adottare le misure più efficaci. Ci sono già delle famiglie che stanno facendo i conti da tempo con misure restrittive, abbiamo provato ad accompagnarle con lo smart working, ad esempio» ha detto.

«All’Europa sono stati chiesti fondi e la spesa che serve deve essere messa in campo per sostenere le famiglie», ha aggiunto  la ministra, ricordando che «c'era già un voucher baby-sitter, che non era stato reintrodotto nella legge di bilancio». Ma che a questo punto potrebbe essere ripescato.

La Bonetti ha parlato anche dei nonni, «così preziosi nel welfare della nostra società» ma oggi «vanno tutelati, quindi dare anche la possibilità di evitare troppo contagio tra i bambini e i nonni». Per questo si pensa più ai voucher e ai congedi straordinari per i genitori.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA