Notizie locali
Pubblicità
Dpcm di Natale: si va verso la zona rossa alternata, confronto con le Regioni

Italia

Dpcm di Natale: si va verso la zona rossa alternata, confronto con le Regioni

Di Redazione

ROMA - Dal 24 dicembre al 6 gennaio l’Italia sarà zona rossa nei giorni festivi e prefestivi e zona arancione nei giorni lavorativi. E’ l’orientamento che emerge, a quanto si apprende da fonti di governo, dal vertice del premier Giuseppe Conte con i capi delegazione di maggioranza e il ministro Boccia.

Pubblicità

Ora è cominciato il confronto con le regioni e gli enti locali sulle misure restrittive per il periodo di Natale. Il ministro degli Affari Regionali e quello della Salute Roberto Speranza stanno illustrando a presidenti e rappresentanti degli enti locali la proposta del governo: zona rossa in tutta Italia nei festivi e prefestivi dal 24 dicembre al 6 gennaio, per un totale di 10 giorni, e zona arancione per gli altri giorni.

Sul tema degli spostamenti per i giorni di festa si sta valutando , qualche piccola deroga per non lasciare da solo nessuno nella giornata magari di Natale, trattando le grandi città diversamente dai piccoli comuni. Rispetto al numero di congiunti che potranno spostarsi, sembra passare la linea più aperturista, che consentirà a due non conviventi - ma solo parenti stretti- di fare visita a genitori o nonni, fermandosi, ad esempio, per la cena della vigilia o per il pranzo di Natale. 

Intanto però dall'Oms Europa arriva l'appello a restare a casa durante il Natale. «C'è una differenza tra ciò che è permesso fare e ciò che dovreste fare», ha detto il direttore dell’organismo Hans Kluge appellandosi quindi al senso di responsabilità individuale, a prescindere dalle restrizioni alla mobilità adottate dai governi.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA