Notizie locali
Pubblicità

Lo dico

Il cortile Avveduto di Avola è sempre invaso dalle erbacce

Di Carmela Marino

Pubblicità

Avola (Siracusa) - Il sottoscritto Alessandro Buscemi, premesso che il Cortile Avveduto è spesso indecorosamente invaso dalle erbacce; premesso che  il sottoscritto sempre ha disperatamente e puntualmente segnalato il problema, premesso che il problema solitamente è stato risolto parzialmente dai residenti, costretti a recidere le erbacce che ostruivano il passaggio e rendevano malagevole l’accesso alle loro proprietà, e soltanto rare volte la folta vegetazione è stata rimossa grazie a un intervento da parte dell’Amministrazione comunale, dopo ripetute sollecitudini da parte del sottoscritto; premesso che anche quest’anno, purtroppo, il sottoscritto è stato costretto a tagliare gran parte dell’erba che rendeva difficile l’accesso a una sua proprietà; premesso che le erbacce infestanti spesso nascondono rifiuti di ogni genere, i quali, oltre ad essere fonte di esalazioni maleodoranti, costituiscono l’habitat ottimale per la proliferazione di roditori, insetti e parassiti; premesso che davanti all’abitazione del sottoscritto sono presenti ancora erbe selvatiche e che un cittadino non è tenuto a eseguire i lavori che spettano all’Amministrazione comunale, anzi dovrebbe essere quest’ultima a salvaguardare gli interessi connessi all’ambiente, all’igiene, alla sanità pubblica e alla sicurezza urbana;

Chiede al signor sindaco di rimediare al notevole ritardo nell’esecuzione dei lavori e di volere provvedere ad effettuare i necessari lavori utili a bonificare l’area relativa al Cortile Avveduto, estirpando definitivamente le erbacce anziché limitarsi a blandi lavori di palliative recisioni con il tagliaerba, in modo tale da mettere i cittadini nelle condizioni di accedere agevolmente alle loro proprietà e a garantire igiene e decoro nel paese di Avola (Sr).

SEGNALAZIONE E FOTO INVIATI A LO DICO A LA SICILIA SU WHATSAPP 349 88 18 870

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: