home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

«Coprivano abusi edilizi di amici e parenti», arrestato ex assessore di Barcellona, bufera sul sindaco

L'operazione della Polizia ha portato alla notifica di otto misure cautelari a otto persone (c'è anche il vicecomandante della Polizia municipale). Coppolino fece pressioni sugli uffici, Materia accusato di abuso d'ufficio per avere rimosso il comandante

«Coprivano abusi edilizi di amici e parenti», arrestato ex assessore di Barcellona, bufera sul sindaco

L'assessore coppolino e il sindaco Materia

Al centro dell’inchiesta della procura di Barcellona Pozzo di Gotto che ha portato a 8 misure cautelari c'è Angelo Coppolino, ex assessore comunale allo Sport che avrebbe esercitato pressioni su tecnici e amministratori compiacenti per occultare difformità e illeciti edilizi di alcuni suoi parenti.

Attraverso false attestazioni, velocizzazione indebita delle relative pratiche, omissione di atti dovuti, Coppolino faceva ottenere un ingiusto vantaggio patrimoniale ad amici e parenti nella speranza di ottenere futuri vantaggi, dice l’accusa.

Il sindaco di Barcellona Roberto Materia, invece è accusato di abuso d’ufficio per aver revocato illegittimamente l’incarico all’ex comandante della Polizia Municipale. Il sindaco è stato sottoposto al divieto di dimora e di ingresso nel comune di Barcellona.

Le persone alle quali la polizia di Stato ha notificato le ordinanze per concussione, abuso d’ufficio e falso (a vario titolo) sono oltre a Materia, l’ex assessore Angelo Coppolino, Salvatore Di Pietro, vice comandate polizia municipale, Carmelo Rucci, funzionario dell’Ufficio Tecnico Edilizia Privata, Concessioni Edilizie e Sanatoria, l’architetto Bruno Isgrò, i tecnici comunali Francesco Livoti e Giuseppe Bonomo e Santi Alligo, ex segretario generale.

Coppolino si trova in carcere, Rucci ai domiciliari, Livoti, Bonomo e Di Pietro sono sottoposti alla misura interdittiva della sospensione da ogni ufficio ricoperto all’interno del Comune. Per Isgrò è scattata la misura del divieto di esercitare la professione di architetto per sei mesi. Sottoposto al divieto di dimora Alligo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa