Notizie locali
Pubblicità
Eolie, deputato Galluzzo: «Liberty Lines nega tariffe agevolate ai pendolari»

Messina

Eolie, deputato Galluzzo: «Liberty Lines nega tariffe agevolate ai pendolari»

Di Redazione

MESSINA - «La Liberty Lines, società di navigazione, che con i suoi mezzi garantisce lo spostamento marittimo da e per le isole Eolie, dai porti di Messina e Milazzo, con l’arrivo del nuovo anno appena entrato, non concederà più la Liberty Card, cioè la tariffa agevolata, che consente di pagare la stessa somma scontata che è prerogativa dei residenti delle isole Eolie, ai pendolari che quotidianamente si spostano per lavoro a Lipari ed in tutte le altre isole dell’arcipelago». A scriverlo in una nota il deputato regionale messinese di Diventerà Bellissima Pino Galluzzo che ribadisce: «È un problema cogente che riguarda centinaia di pendolari tra l’altro tanti medici e docenti che si vedranno privati della possibilità di transitare sui mezzi della Liberty Lines allo stesso costo dei biglietti degli scorsi anni ed ai quali veniva applicata la stessa tariffa dei residenti. Mi sembra proprio un’ingiustizia».

Pubblicità

«Certo è pur vero che hanno loro proposto in sostituzione, un abbonamento agevolato - continua Galluzzo - , ma ovviamente non è la stessa cosa. Ricevo dunque le molte segnalazioni di coloro i quali da oggi per recarsi al lavoro alle Eolie, dovranno mettere in conto diversi euro in più per le spese di trasporto che ridurranno inevitabilmente i loro stipendi. Mi farò dunque subito tramite con l’Assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità, Marco Falcone, per risolvere al più presto questo problema. Tra l’altro non capisco perché la tariffa agevolata parificata ai residenti, sia stata mantenuta agli appartenenti alle forze dell’ordine e non agli altri».  

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: