Notizie locali
Pubblicità

Messina

"Tassi a limite dell'usura", BNL condannata a risarcire imprenditore

Di Redazione

MESSINA - Il giudice della seconda sezione del tribunale di Messina Pietro Rosso ha condannato la Banca Nazionale del Lavoro a restituire ad un imprenditore edile messinese 450 mila euro perché l’istituto di credito, secondo i magistrati avrebbe «applicato tassi al limite dell’usura, addebitato somme non dovute, a titolo di interessi, commissione di massimo scoperto, diritti per concessione affidamenti e spese». Il Tribunale di Messina ha accolto la tesi dello studio Palmigiano con una sentenza appena resa pubblica. «Il Tribunale - spiega l’avvocato Alessandro Palmigiano - è intervenuto in maniera netta e chiara su una vicenda che rischiava di mettere in difficoltà una ditta, cassando le prassi illegittime; purtroppo è un caso tuttavia frequente nei rapporti bancari». La Bnl ha annunciato la presentazione di appello alla sentenza. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: