Notizie locali
Pubblicità
Coronavirus, 19 denunciati a Catania dalla Guardia di Finanza

Messina

Confisca di oltre 10 mln di euro ad imprenditore vicino a clan Trovato

Di Redazione

MESSINA - La Guardia di Finanza ha eseguito a Messina, un decreto di confisca di beni per un valore di oltre 10 milioni di euro nei confronti di Domenico La Valle, 61 anni, attualmente colpito dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale per la durata di 5 anni. L’indagine, disposta dalla Direzione Distrettuale Antimafia, scaturisce da approfondimenti sviluppati dagli specialisti del Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Messina, con specifico riferimento al redditizio settore del gioco e delle scommesse illegali.

Pubblicità

All’imprenditore sono state confiscate 6 aziende che operano nel settore del noleggio delle apparecchiature da gioco, della rivendita di generi di monopolio e del settore della produzione e vendita di prodotti dolciari, 19 unità immobiliari, 2 autovetture, 1 gommone e svariati conti correnti, per un valore complessivo di oltre dieci milioni di euro. La Valle noto imprenditore locale, secondo gli investigatori sarebbe collegato al clan Trovato del rione «Mangialupi» di Messina che gestiva le bische clandestine, nonché la distribuzione dei videopoker. Dopo lo smantellamento del clan per via della carcerazione dei capi e del percorso di collaborazione con la giustizia intrapreso da altri affiliati, La Valle avrebbe assunto un controllo esclusivo delle attività illegali della famiglia, costituendone il punto di riferimento «imprenditoriale» e facendo da contraltare al ruolo «operativo» ricoperto dai fratelli Trovato. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: